MYSOLI, l'app per la comunicazione diretta tra anziano, Rsa e famiglie

Disco verde alle nuove app per la terza età. Anche la tecnologia può essere un aiuto concreto per la socializzazione delle persone più anziane e per una maggiore partecipazione alla loro vita da parte dei famigliari. Un modo per sentirsi anche meno soli, per allenare il cervello, per essere sempre in collegamento con l'esterno se ospitati in una casa di riposo e per monitorare la qualità dei servizi... questa app si chiama mySOLI. Chiaramente non può sostituire la presenza fisica di familiari e amici al fianco degli ospiti delle case di riposo, ma sicuramente può essere uno strumento di supporto alla quotidianità per migliorare la comunicazione tra struttura, anziano e famiglia. 

Il principale obiettivo di mySOLI è di migliorare la qualità di vita relazionale dell’anziano ospite di una casa di riposo o di una Residenza sanitaria assistenziale (Rsa). Il modo di farlo è di permettere e rendere più facile, con l’uso delle tecnologie, la comunicazione fra tutte le diverse figure che all'interno di una struttura residenziale si confrontano: innanzitutto l’anziano che vi abita, poi gli operatori socio sanitari che vi lavorano, infine i suoi familiari rimasti a casa. Una situazione vissuta, su un versante o sull'altro, da migliaia di persone nel nostro paese, e dentro la quale - l’esperienza lo insegna - non è affatto facile mantenere alti livelli di dialogo, di confronto o di semplice comunicazione. Con mySOLI c’è ora un valido aiuto per riuscirci. 

 

Fonte: leggi l'articolo completo sul sito redattoresociale.it 

Condividi